Gulìa Urbana: la street art a servizio del territorio

Tra agosto e settembre, nei comuni di Cellara, Parenti e Taranto, si è svolta l'ultima edizione di Gulìa Urbana, l'evento itinerante dedicato alla street art che trasforma il volto di città e piccoli comuni a colpi di graffiti e murales.

Gulìa Urbana è un progetto nato otto anni fa dall’idea di una giovane associazione calabrese, Rublanum, con l’obiettivo di recuperare aree urbane dismesse o poco valorizzate tramite l’arte, facendo riferimento soprattutto al mondo di graffiti, murales e street art. Il nome dell’iniziativa prende spunto dal termine “gulìa”, che in dialetto calabrese significa voglia, desiderio – in questo caso, la voglia di contribuire alla crescita e alla valorizzazione del proprio territorio.
L’edizione di quest’anno si è svolta tra agosto e settembre nei comuni di Cellara e Parenti in provincia di Cosenza, in parallelo con il T.R.U.St di Taranto, altro progetto figlio di Rublanum, con la partnership di ARD F.lli Raccanello, che ha messo a disposizione della manifestazione il suo know-how tecnico e le sue pitture, e con la partecipazione degli street artist Helen Bur, Tony Gallo, Slim Safont, Alice Pasquini, Uno, Dimitris Taxis, Chekos, Cheone, Bro Crew e Claudio Chiaravaloti. In tutto, sono stati realizzati dodici interventi su superfici di grandi dimensioni.
Ascolta il podcast per saperne di più!